Durante la fase di Astinenza senza uso di droghe o farmaci del Programma Narconon gli operatori seguono l’ospite 24h al giorno con particolari procedure che l’aiutano a superare il disagio fisico e mentale dovuto al distacco dalla sostanza e per superare le difficoltà o i crolli emotivi che possono verificarsi in questa fase così delicata. In questa testimonianza Martina ammette di aver avuto dei ripensamenti, ma come poi grazie ai procedimenti e al supporto dello staff è riuscita a superarli decidendo di proseguire per questa strada al fine di riprendersi in mano la sua vita:

“Oggi, quarto giorno d’astinenza, è stato l’unico giorno significativo e importante per me da quando sono qui, perché all’ennesimo scoraggiamento e malessere che ho avuto, non mi sono più sentita forte come credevo di essere e ho avuto il pensiero di andare via… anzi ho proprio fatto le valigie, non pensando che il peggio era passato… e non dovevo, non potevo buttare tutto all’aria in questo modo! Mi ritengo fortunata ad avere i miei genitori, che addirittura all’inizio ho odiato per aver contattato due operatori del Narconon che sono venuti a casa mia e che io ho mandato via stupidamente, senza pensare che volevano soltanto che mi riprendessi la mia vita in mano. Adesso, ripensando a tutto, sono orgogliosa per la prima volta di me stessa, per la prima volta dopo tanti anni, per aver preso la decisione di migliorare. Dopo tempo che non mi sentivo capita, qui ho avuto la possibilità di conoscere degli ‘studenti’ e staff fantastici che mi stanno accanto a non mi mollano neanche un secondo al di là del perché si trovano qui. Finalmente sono orgogliosa di dire che non avrò mai più un ripensamento pensando di andarmene o scappare dai problemi, ma affrontandoli e rialzandomi più forte di prima!”

Martina A.

[social_share style=”circle” align=”horizontal” heading_align=”above” text=”” heading=”” facebook=”1″ twitter=”1″ google_plus=”1″ linkedin=”1″ pinterest=”1″ link=”” /]

Tags:

Comments are closed