Il Corso degli Oggettivi del Programma Narconon consiste di particolari procedure che tolgono l’attenzione dai ricordi del passato e la dirigono verso l’ambiente attuale e circostante, in questo modo la persona potrà riscoprire abilità e capacità assopite per via della dipendenza, acquisendo inoltre un maggior controllo ed una maggiore consapevolezza.

In questa testimonianza Vincenzo racconta come in questi mesi il convivio con gli altri ed il procedere con il programma lo abbia aiutato a migliorare il suo modo di pensare ed affrontare la quotidianità attraverso la comunicazione, e come questo corso degli Oggettivi gli fornisca un nuovo stimolo ogni giorno:

“Forse sono troppo sfrontato o poco modesto nel dire che oltre a migliorare il mio modo di vivere abituandomi ad usi regolari, ho migliorato il mio modo di pensare, di affrontare la quotidianità con le sue problematiche sociali e comunicative. ‘Dai dati estrapolati dagli scienziati mi risulta che noi essere umani sfruttiamo le nostre capacità celebrali solo al 10%, riuscendo comunque a fare cose meravigliose, come volare, programmare, dipingere, comporre musica, ecc… ; quindi mi domando, e se arrivassimo al 20%, come i delfini, cosa riusciremmo a fare?’ (dal film ‘Lucy’). Beh, questa domanda è per me anche una fonte di stimolo per migliorare il mio quoziente intellettivo, così come lo sono le domande e le risposte che realizzo eseguendo giornalmente gli oggettivi di questa magica tecnologia. Ogni giorno che passa qui al Narconon Falco riesco a risvegliare qualche neurone pigro che se ne stava appisolato per comodità e per paura di affrontare la vita ad occhi aperti. Pian pianino, la legione neurale sta crescendo di numero e io che sono il loro comandante incito i miei fedeli neuroni a combattere per una vittoria certa senza riserve. ‘Non esiste sconfitta nei cuori dei più audaci’.”

Vincenzo P.

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *