Centro Narconon Falco: testimonianze

Il Corso degli Oggettivi del Programma Narconon sono delle procedure che tolgono l’attenzione dai ricordi del passato e la dirigono verso l’ambiente attuale e circostante; in questo modo l’individuo potrà ripristinare abilità e capacità assopite per via della dipendenza, acquisendo un maggior controllo di sé, una maggiore consapevolezza ed un nuovo punto di vista.

In questa testimonianza Gianmarco è entusiasta di aver completato il Corso degli Oggettivi per gli enormi benefici ottenuti:

“Finalmente è arrivato questo giorno, lo aspettavo da 4 mesi, questo giorno per me è importante perché ho completato il Corso degli Oggettivi…e non ci credo nemmeno io. Questo corso non è stato per niente una passeggiata per me, posso dire che è stato un percorso che mi ha trasformato. Sono andato a scontrarmi contro tutti i miei lati che non andavano bene in me per stare all’interno della società. Ero irrazionale, a volte egoista, menefreghista e farmi cambiare idea era impossibile…solo una volta è successo, quando credevo che questo programma non servisse a niente ed ho pensato di mollare tutto, ho capito che qualcosa stava cambiando me ed andando avanti con il percorso degli Oggettivi le mie vittorie sono arrivate giorno dopo giorno. Mi sono ricreduto su tutti i miei discorsi irrazionali che facevo, che mi facevano apparire un bambino viziato che non voleva ragionare. Il mio orgoglio mi portava ad essere istintivo e lo usavo nel modo sbagliato. Anche se minimo per me è stato un enorme cambiamento, quindi solo creando disordino si può creare ordine, perché se fosse già tutto ordinato non ci troveremmo qui. Il mio messaggio è che se vi succede di sperimentare qualche cambiamento, non preoccupatevi…è normale! Siete voi che state semplicemente facendo ordine in voi stessi, e qui abbiano la fortuna di chiedere e ricevere aiuto, perché fuori il mondo se sei fragile ti inghiotte e nessuno può aiutarti. Noi siamo fortunati, Dio ha voluto darci questa possibilità quindi approfittiamone. Ora dopo questa parentesi, voglio finire con il ringraziare la mia famiglia e soprattutto mio padre che non si è mai arreso ed ha combattuto con tutte le sue forze e mi ha salvato. Ringrazio il mio twin Enzo che mi ha accompagnato fino ad ora. Ringrazio anche il supervisore della classe Chiara che ha avuto tanta pazienza e la ringrazio di tutto perché ha saputo sempre come prendermi, quindi ancora grazie e ringrazio anche tutti gli altri staff che hanno dato il loro contributo. E soprattutto ringrazio tutti i miei compagni di viaggi che ci sono sempre stati nei momenti più brutti. Penso che il nostro è un bellissimo gruppo; ed in fine ringrazio me stesso perché se ho voluto tutto questo è grazie a me. Quando pensi che sia tutto finito è il momento in cui tutto inizia.”

Gianmarco S.

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *